Come ottenere prestiti vantaggiosi per dipendenti pubblici

Cessione del quinto Inps per dipendenti pubblici

I lavoratori dipendenti, quando si parla di finanziamenti, sono una categoria privilegiata. Grazie alla loro posizione previdenziale e lavorativa infatti questi soggetti hanno accesso prestiti vantaggiosi per dipendenti pubblici.

Linee di credito che consentono di ottenere denaro, in alcuni casi anche con cifre molto alte, da rimborsare a condizioni agevolate. Questo perché l’Inps, ente previdenziale ha sottoscritto degli accordi con banche e finanziarie. Convenzioni che permettono di ottenere finanziamenti a tassi di interesse al di sotto delle medie di mercato.

Finanziamenti che sono concessi da diversi istituti di credito, tra cui ricordiamo BNL, Compass e Agos. Nello specifico, i prestiti vantaggiosi per dipendenti pubblici di Compass permette di ottenere somme anche oltre i 75 mila euro. BNL invece permette di ottenere somme fino a un massimo di 100 mila euro.

Il piano di ammortamento, dato che si tratta di prestiti su cessione del quinto, possono durare al massimo 120 mesi (10 anni) le rate di ammortamento sono detratte direttamente dalla busta paga del richiedente. Il tasso di interesse è fisso.

Prestiti Inpdap a tassi agevolati 2018

Tuttavia è necessario precisare che vi sono anche altri prestiti vantaggiosi per dipendenti pubblici. Stiamo parlando dei prestiti Inps ex Inpdap. Finanziamenti che sono concessi direttamente dall’ente previdenziale.

I prestiti Inps ex Inpdap sono finanziamenti a tasso di interesse agevolato e si dividono in due categorie di prodotti: piccoli prestiti e prestiti pluriennali. I piccoli prestiti danno accesso a somme fino a un massimo di otto mensilità di stipendio. Il tasso di interesse si attesta al 4,25%. La durata del rimborso va da un minimo di 12 a un massimo di 48 mesi.

I prestiti pluriennali permettono invece di ottenere somme fino a un massimo di 150 mila euro. Il rimborso si estende per 5 o 10 anni, mentre il tasso di interesse è sempre fisso al 3,5%. La somma finanziabile viene definita in sede di domanda, in base alla ragione per cui si richiede il finanziamento. A tal proposito si fa riferimento al Regolamento Prestiti Inps.

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: