Come richiedere i prestiti pluriennali Inpdap diretti e garantiti

Differenza tra prestiti pluriennali diretti e garantiti

Prestiti pluriennali Inpdap: come richiederli? Sono delle soluzioni di credito destinate agli iscritti alla Gestione unitaria per le prestazioni creditizie e sociali. I prestiti pluriennali possono essere concessi direttamente dall’Inps, oppure erogati da banche o società finanziarie che abbiamo sottoscrivo una convezione con l’Istituto.

Nel primo caso si parla di prestiti pluriennali Inpdap diretti, mentre quelli erogati dagli istituti di credito sono detti garantiti. Questo perché se a concedere il prestito è una banca o una finanziaria l’Inps si impegna a garantire il finanziamento contro i rischi di:

  • decesso dell'iscritto prima dell’estinzione del prestito;
  • riduzione dello stipendio del beneficiario del prestito;
  • cessazione dal servizio senza diritto alla pensione.

È necessario precisare inoltre che i prestiti pluriennali diretti sono accessibili sia ai dipendenti che ai pensionati pubblici, mentre quelli garantiti sono riservati solo agli iscritti alla Gestione ex Inpdap dell’Inps che sono in attività di servizio.

Durata e tassi d’interesse

Prestiti pluriennali Inpdap, la durata. Sia per i prestiti pluriennali diretti che per quelli garantiti il piano di ammortamento ha una durata di 5 o 10 anni e il piano di ammortamento è a rate mensili. La rata mensile inoltre non può superare la quinta parte dello stipendio netto (o assegno pensionistico per i prestiti diretti) percepito dal richiedente.

Per quanto riguarda il tasso di interesse, invece, se il finanziamento è diretto il tan è pari al 3,5% mentre per i prestiti garantiti invece l’entità del prestito viene stabilita dall’istituto di credito o dalla società finanziaria che lo concede.

Come richiedere i prestiti pluriennali garanti

Sebbene i prestiti pluriennali Inpdap garantiti e diretti abbiano diversi punti in comune, è necessario precisare che la procedura di richiesta per l’uno o l’altro finanziamento è molto diversa. Iniziamo con i prestiti garantiti.

Quanti desiderano ottenere un prestito garantito devono presentare la domanda in quattro copie presso l’Amministrazione di appartenenza, secondo i modelli definiti dall’istituto.

Non è richiesta alcuna documentazione o giustificativo di spesa, anche se dovrete esibire un certificato medico di sana e robusta costituzione. Tale certificato deve essere stato rilasciato da un medico della ASL, oppure da un ufficiale medico, non oltre 45 giorni prima della presentazione della richiesta di prestito.

Una volta che la domanda è stata compilata dall’Amministrazione di appartenenza e completata dalla dichiarazione dimostrativa dello stipendio, è poi trasmessa all’istituto di credito, che la restituirà nuovamente all'Amministrazione previa compilazione delle proposta di contratto riportata sul modello.

L’ultima fase del processo di richiesta prevede che l’Amministrazione provveda a inoltrare la documentazione alla sede Inpdap competente per territorio, che dopo aver analizzato la regolarità della richiesta deciderà se concedere o meno la garanzia.

Procedura per la richiesta dei prestiti pluriennali diretti

Per quanto riguarda invece i prestiti pluriennali diretti, la domanda deve essere inoltrata in via telematizzata con allegata tutta la documentazione attestante lo stato di bisogno del richiedente e l’eventuale spesa sostenuta, a seconda della finalità del prestito, e un certificato medico di sana costituzione fisica.

Gli iscritti in servizio devono presentate la domanda attraverso l’amministrazione di appartenenza, mentre i pensionati pubblici devono utilizzare l’apposito servizio di presentazione online della domanda, accessibile dall’Area riservata del sito Inps utilizzando il Pin Inps dispositivo.

Per maggiori informazioni sulle caratteristiche dell’offerta Inpdap, vi invitiamo a visitare le sezioni che compongono il nostro portale.

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: