Cosa sono le tavole prestiti Inpdap tabelle 2018 e come usarle per il calcolo rata

Cos’è e il Prontuario tabelle prestiti Inpdap e come usarlo per il calcolo rata

I prestiti Inps ex Inpdap sono finanziamenti a tasso di interesse agevolato dedicati a dipendenti e pensionati pubblici. Soggetti che possono sfruttare il Prontuario prestiti Inpdap tabelle 2018 per effettuare facilmente il calcolo della rata di ammortamento.

Le tabelle prestiti Inpdap sono infatti tavole finanziarie pensate per agevolare l’utente nella valutazione dell’offerta prestiti Inps ex Inpdap. Si tratta di tabelle che possono essere consultate direttamente dal sito inps.it.

Al fine di agevolare l’utente nella simulazione del finanziamento, l’Inps ha messo a punto una tabella per ogni combinazione prestito- durata presente nell’offerta prestiti Inps ex Inpdap. A tal proposito ricordiamo che le tabelle riguardano solo i prestiti ex Inpdap diretti, ossia piccoli prestiti e prestiti pluriennali.

I piccoli prestiti possono durare 12, 24, 36 o 48 mesi e prevedono un tasso di interesse del 4,25%. I prestiti pluriennali invece prevedono una durata di 5 o 10 anni e hanno un Tan del 3,5%.

Come consultare le tabelle prestiti Inpdap pdf

Ma come consultare le tavole prestiti Inpdap tabelle 2018? In passato era possibile accedere facilmente al Prontuario prestiti inpdap tabelle 2018 dalla home page del sito ufficiale dell’ente. Tuttavia con la ristrutturazione del portale, la procedura risulta al momento piuttosto complessa.

Per facilitare i nostri lettori nell’accesso alle tabelle relative ai prestiti Inpdap vi lasciamo il link diretto al Prontuario.

Esempio di calcolo rata con le tavole prestiti Inpdap

A questo punto ipotizziamo di voler richiedere un prestito da 10 mila euro con rimborso in 4 anni. A queste condizioni il prodotto di riferimento è il piccolo prestito quadriennale.

Utilizzando le tavole del Prontuario è possibile conoscere:

  • la rata di ammortamento
  • gli interessi di differimento
  • le spese amministrative
  • il premio per il Fondo garanzia Inps
  • l’importo netto del prestito

Per effettuare la simulazione è sufficiente individuare la tavola finanziaria di riferimento e, scorrere sulla colonna degli importi fino a trovare quello di nostro interesse. A questo punto sarà sufficiente leggere la riga corrispondente per conoscere i dati del finanziamento che si andrebbe a richiedere.

A fronte di un piccolo prestito quadriennale da 10 mila euro, abbiamo una rata pari a 226,55 euro. Le spese di amministrazione sono pari a 50 euro, mentre gli interessi di differimento si attestano a 51,89 euro.

L’importo netto del prestito varia in funzione del valore del premio per il Fondo garanzia. Premio il cui importo è definito in base all’età del richiedente.

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: