Prestiti Inpdap estinzione anticipata o riduzione mutuo ipotecario

Come ottenere un prestito Inpdap per estinguere un mutuo

Dipendenti e pensionati pubblici possono accedere al credito tramite finanziamenti a condizioni agevolate concessi dall’Inps. In seguito alla soppressione dell’Inpdap infatti l’Inps ha assorbito tutte le prestazioni che in passato facevano capo all’ente, tra cui troviamo anche i prestiti Inpdap estinzione anticipata mutuo.

Si tratta di finanziamenti che rientrano nella categoria dei prestiti pluriennali. Linee di credito che sono concesse direttamente dall’Inps, tramite uno specifico Fondo. Stiamo parlando della Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

È questo il fondo attraverso il quale la Gestione ex Inpdap dell’Inps (nota anche come Gestione Dipendenti Pubblici) eroga i piccoli prestiti e i prestiti pluriennali. Due tipologie di prodotti che sono accessibili a dipendenti e pensionati pubblici.

I piccoli prestiti rientrano nella categoria dei prestiti personali e consentono di ottenere somme relativamente basse. I prestiti pluriennali invece sono finanziamenti finalizzati che permettono di ottenere denaro con il quale far fronte a spese importanti. Sono proprio questi ultimi finanziamenti l’oggetto di questo nostro approfondimento.

I prestiti Inpdap estinzione anticipata mutuo infatti rientrano nella categoria dei prestiti pluriennali diretti Inps ex Inpdap. Ma quali sono i requisiti da rispettare per ottenerli? In quali situazioni è possibile utilizzare il mutuo Inps per estinzione mutuo? Scopriamolo insieme.

I beneficiari

Possono ottenere i prestiti Inpdap estinzione anticipata mutuo esclusivamente i dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione Unitaria dell’Inps. Il finanziamento permette sia di estinguere definitivamente che parzialmente un mutuo ipotecario in corso.

È possibile richiedere il finanziamento per estinguere un mutuo acceso a qualunque titolo dal richiedente (dipendente o pensionato) oppure dal coniuge. La somma finanziabile viene definita in base alle capacità di rimborso del soggetto. In ogni caso non è possibile ottenere una somma maggiore al debito residuo del mutuo che si desidera estinguere.

La somma concessa deve essere rimborsata con un piano di ammortamento che si estende per 10 anni. Le rate hanno cadenza mensile e importo costante. Il tasso di interesse è fisso al 3,5%. Oltre al tasso, i beneficiari del prestito devono far fronte anche alle spese di amministrazione, calcolate con un’aliquota pari allo 0,5% dell’importo del prestito.

Prestito Inps modulistica e richiesta

La richiesta di finanziamento deve essere trasmessa per via telematizzata all’Inps utilizzando l’apposito modulo di richiesta. Modello che può essere scaricato direttamente dal sito internet dell’Inps (inps.it).

Alla domanda di finanziamento è necessario allegare i seguenti documenti.

  • Titolo di proprietà dell’unità immobiliare oggetto del finanziamento.
  • Atto di finanziamento.
  • Dichiarazione rilasciata dall’istituto mutuante in cui si attesta l’importo necessario per ridurre o estinguere anticipatamente il mutuo ipotecario. Il documento deve indicare anche i dati identificativi dell’immobile oggetto di ipoteca.
  • Autocertificazione dello stato di famiglia.
  • Certificato medico attestante la sana e robusta costituzione del dipendente o pensionato che richiede il prestito.

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: