Come eseguire il calcolo del piano ammortamento mutuo Inps

Come ottenere il piano ammortamento mutuo Inps? Quali sono gli strumenti da utilizzare per avere un quadro del rimborso che si determina scegliendo questo finanziamento? Scoprilo leggendo la nostra guida per gli iscritti alla Gestione unitaria.

Mutuo Inps Inpdap per la prima casa

Calcolare il piano ammortamento muto Inps è indubbiamente una valida strategia per comprendere se il finanziamento proposto dall’Istituto risponde alle proprie esigenze.

Perché il calcolo sia attendibile è necessario utilizzare uno strumento affidabile, per questa ragione abbiamo scelto di presentarvi il sistema di calcolo ufficiale Inps.

Calcolo del mutuo

Ecco i passaggi da compiere per conseguire il piano ammortamento mutuo Inps personalizzato:

  • Il primo passo prevede l’accesso alla pagina principale del portale Web Inps, il cui indirizzo è www.inps.it.
  • L’utente dovrà poi digitare all’interno dell’elemento “Cerca”, presente nella parte superiore destra della pagina, “simulazione”. Appariranno così sotto la barra di ricerca diversi risultati, tra questi andrà scelto “Simulazione del piano di ammortamento dei mutui ipotecari per dipendenti pubblici”.
  • Questa pagina riporta diverse informazioni relative al sistema di calcolo, ma per compierlo è necessario cliccare sul link “Accedi al servizio”. Selezionando il servizio desktop verrà aperto l’effettivo strumento di calcolo del piano ammortamento mutuo Inps.
  • Cliccando poi su “Procedi con la simulazione” verranno richieste le informazioni relative all’utente. Queste sono: il tipo di tasso, il valore dell’abitazione, la somma del finanziamento e la durata.

Una volta immesse tutte le informazioni previste per il calcolo, sarà fornito un quadro globale del piano di rimborso. Sono indicate le rate, il tasso di interesse, la quota capitale e quella interessi, il capitale residuo e le scadenze delle rate.

Tasso mutuo Inps e durata

Il mutuo Inps è una proposta rivolta agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Possono inoltrare la richiesta sia i dipendenti che i pensionati, i primi però devono essere in possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Il rimborso è articolato in un periodo che va da 10 a 30 anni, mentre vi sono due tassi di interesse: tasso fisso calcolato con il metodo loan to value e tasso variabile pari all’Euribor a 6 mesi maggiorato di 200 punti base.

Se queste informazioni non dovessero risultare sufficienti, potrete scoprire altri dettagli in questo articolo.

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: